Newsletter 25/2017 – Al via i Congressi locali PD (e un po’ di novità concrete per il territorio)

Carissime e carissimi,

fatemi cominciare questa newsletter con un grazie sincero ai tantissimi di voi che mi hanno la scorsa settimana e mandato riflessioni, impressioni, idee e giustamente anche critiche dopo la tornata amministrativa. Mi sono letto attentamente tutte le mail (per chi volesse l’indirizzo è sempre il solito: comunicazioni@antoniomazzeo.com) e credo davvero che non possiamo che ripartire da un confronto vero e aperto che coinvolga tutti i territori e tutte le energie dei nostri iscritti e dei nostri militanti.

Anche per questo sono contento che il partito nazionale abbia raccolto l’istanza, avanzata in maniera molto forte anche dalla Toscana, di aprire l’iter congressuale a livello locale e nelle federazioni sulle questioni programmatiche e organizzative per affrontare al meglio le prove elettorali e di governo che ci attendono.
Queste, in estrema sintesi, le scadenze che abbiamo dunque di fronte: commissioni provinciali per il Congresso entro il 4 settembre, regolamento congressuale entro l’11 settembre, candidature a segretario provinciale da depositare entro il 1 ottobre. E, infine, dal 6 al 15 ottobre, i congressi per eleggere Segretario e assemblea provinciale e i segretari di circolo e unioni comunali.

Quello a cui tengo di più, però, è che a precedere la fase congressuale vera e propria sarà un percorso di confronto sui singoli territori: promuoveremo almeno una iniziativa per ogni federazione e sarà un’occasione per fare il punto sulle politiche regionali a metà legislatura e mettere a fuoco le questioni da affrontare con maggiore incisività nel prossimo futuro per rafforzare la crescita, la coesione sociale e il dinamismo della Toscana (QUI per approfondire ulteriormente).

Ascolto, confronto, progetto, rigenerazione del partito: queste saranno dunque le parole d’ordine del percorso che stiamo per intraprendere e nel quale vogliamo, davvero, che ognuno di noi possa sentirsi protagonista.

Per farlo a pieno avremo il nostro consueto e straordinario appuntamento con le Feste dell’Unità: io sarò stasera a Santa Croce sull’Arno (ore 21, zona Palasport), lunedi 10 a San Miniato Basso (ore 21, presso la Casa Culturale) e venerdi 14 a cena a Fornacette (dalle 20 al Parco della Fornace).
Da subito un grazie, enorme, alle migliaia di volontarie e volontari che saranno impegnati nelle prossime settimane. Quest’anno vogliamo che le nostre Feste, come e più di sempre, siano un momento di aggregazione ma anche di approfondimento e discussione sui tanti temi che saremo chiamati ad affrontare: dall’Europa al fisco, dal lavoro alla scuola, dai giovani al sociale, dalla sicurezza alle infrastrutture sono temi cruciali per lo sviluppo della nostra Toscana. E noi vogliamo costruire insieme proposte e risposte concrete per tutti i cittadini. Meno polemica, più proposta. Meno parole, più fatti. Meno teoria, più concretezza.

E poiché quello della concretezza è diventato per me, adesso, un chiodo fisso, condivido con voi tre flashsignificativi di questa settimana, dal locale al nazionale:

1. A Vicopisano, ieri, abbiamo presentato il progetto per il recupero del Camminamento del Brunelleschi che entro la fine del 2018 collegherà la Rocca con la Torre del Soccorso: le risorse sono arrivate dal bando fortemente voluto in Consiglio Regionale sulle città murate (reso possibile dal risparmio che abbiamo fatto sui costi di gestione), dal Ministero, dal Comune e dai privati per cui entro la fine del 2018 restituiremo al territorio e alla Toscana la piena fruibilità di un vero e proprio gioiello dell’arte (guardate QUI alcune foto).

2. A Pisa, stamani, sono intervenuto all’iniziativa per la presentazione dei “Progetti strategici” per lo sviluppo della città nell’area metropolitana costiera. Ho distribuito e illustrato il lavoro fatto per realizzare il Piano Strategico di Sviluppo della Costa nel quale abbiamo portato a sintesi e a sistema le istanze del territorio. Tra queste, in particolare, ho posto l’attenzione sul progetto di metropolitana di superficie per collegare Livorno, Pisa e Lucca utilizzando le infrastrutture ferroviarie già presenti. E’ un progetto su cui stiamo lavorando con forza e grazie al quale uniremo turismo, sviluppo economico, mobilità sostenibile e intermodale.

3. A Roma, grazie al lavoro iniziato dal precedente governo e proseguito da questo esecutivo, si sono registrati alcuni risultati.
Tre milioni e mezzo di pensionati hanno incassato questo mese la quattordicesima. Oggi ce l’hanno, ieri no.
Trecentocinquantamila ragazze e ragazzi possono avere i soldi del bonus cultura. Oggi ce l’hanno, ieri no.
Trentacinquemila persone potranno andare in pensione anticipatamente. Oggi hanno uno strumento, ieri no.
Il nuovo articolo 613-bis del codice penale prevede l’introduzione, anche in Italia, del reato di tortura. Oggi c’è, ieri no.

Io credo che questo sia quello che deve fare la Politica con la P maiuscola. Dare risposte vere, tangibili, reali ai cittadini. A tutti noi, a tutto voi chiedo di raccontarlo, di spiegarlo, di condividerlo. E anche, direi, di essere almeno un po’ orgogliosi che tutto questo sia stato reso possibile grazie al lavoro del Partito Democratico. C’è chi urla e pontifica e chi prova a fare: noi preferiamo stare tra questi.

PS. Quando si è personaggi pubblici, specie se molto famosi tra i giovani e i giovanissimi come i calciatori, il modo in cui ci si comporta e le scelte che si compiono non sono indifferenti. Ancor di più se si hanno solo 18 anni. Non è accettabile, per me, che un ragazzo che sarà presto multimilionario per vivere della sua passione scelga di non sostenere l’esame di maturità. E ancor meno accettabile che ci sia qualcuno, che lo rappresenta professionalmente, che lo spinga in quella direzione (QUI, se volete, un “Caffè” particolarmente amaro di Massimo Gramellini). Donnarumma potrà diventare il miglior portiere del mondo. Ma oggi, per me, ha dato umanamente l’esempio peggiore possibile.

Un abbraccio,
Antonio

Commenta