Newsletter 31/2017 – “2×3”: ci vediamo giovedi 21 dalle 19:30 a Pontedera

Carissime e carissimi,

in apertura di questa newsletter trovate un invito. Abbiamo deciso di ritrovarci giovedi 21, dalle ore 19.30, al Sete Sois Sete Luas di Pontedera, per fare il punto sui primi due anni di lavoro in Consiglio Regionale e, soprattutto, costruire e definire insieme le priorità per i prossimi tre.

La condivisione (di idee, di progetti, di problemi, di speranze) è stata alla base di tutto quello che abbiamo fatto dal 2015 ad oggi e su questa strada vogliamo continuare a lavorare. Per questo il rapporto diretto con tutti voi è per me importantissimo e leggo sempre con grande interesse le vostre mail (comunicazioni@antoniomazzeo.com) o i vostri messaggi su WhatsApp (371 3552637).

La condivisione, dicevamo. E allora, come sempre, anche due flash dalla settimana appena trascorsa.

1. Tra i progetti su cui, fin dall’inizio della campagna elettorale, abbiamo concentrato il nostro impegno c’era quello del completamento della Ciclopista dell’Arno con la realizzazione del nuovo ponte ciclopedonale di Riglione. Ebbene, tutto questo oggi è realtà grazie ai 5,3 milioni di euro stanziati dalla Regione per la nostra provincia e che, oltre a Pisa, andranno a finanziare anche i progetti sulla Ciclopista presentati da San Miniato e Cascina. E’, per noi, una notizia bellissima e che ci riempio di soddisfazione. Perché è sempre bello quando riusciamo a dimostrare che la Buona Politica è quella che trasforma le parole in fatti concreti (QUI per approfondire).

2. Il Festival della Robotica ha fatto di Pisa, per una settimana, la culla del futuro, accogliendo eccellenze straordinarie che segneranno lo sviluppo e l’innovazione tecnologica dei prossimi anni in settori fondamentali come la sanità, il turismo, la formazione. Alla luce di questo incredibile patrimonio di competenze, ho lanciato l’idea di lavorare nei prossimi mesi alla costituzione di una vera e propria‘RoboValley’ nella nostra provincia (ne potete leggere QUI) che contribuirebbe a rafforzare la leadership internazionale che, su questi temi, già viene riconosciuta al nostro territorio.

PS. “Faremo scegliere il nostro candidato alla presidenza del Consiglio ai cittadini con una grande consultazione popolare”. Ricordate per quanto tempo il M5S ha provato a raccontare questa storiella? Ebbene, quello che proporranno ai loro iscritti sarà una consultazione farsesca in cui al candidato designato dal capo, Luigi Di Maio, hanno affiancato all’ultimo momento 7 “figuranti” pressoché sconosciuti. E’ l’ennesima dimostrazione del loro finto concetto di democrazia: uno solo vale per tutti e sceglie per tutti. Noi siamo altro, orgogliosamente altro, rispetto a questo teatrino. E spero davvero che tutte le forze che si dicono di centrosinistra o di sinistra, capiscano che quello, con Salvini, Berlusconi e la Meloni, è l’avversario che siamo chiamati a battere.

Un abbraccio,
Antonio

Commenta